Tutti alla ricerca di un effetto “abbronzatura naturale”

The Middle-tan effect, questo è il termine utilizzato dal quotidiano inglese The Independent per indicare uno degli effetti collaterali del matrimonio dell’anno fra la commoner Kate Middleton e il principe William. Nelle ore successive alla cerimonia reale, le vendite di prodotti autoabbronzanti, sono aumentate del 200% rispetto allo stesso giorno del 2010. Merito del colorito perfetto della sposa Kate e della sorella Philippa, che ha scatenato la voglia di emulazione di migliaia di ammiratori

The Middle-tan effect, questo è il termine utilizzato dal quotidiano inglese The Independent per indicare uno degli effetti collaterali del matrimonio dell’anno fra la commoner Kate Middleton e il principe William. Nelle ore successive  alla cerimonia reale, le vendite di prodotti autoabbronzanti, sono aumentate del 200% rispetto allo stesso giorno del 2010. Merito del colorito perfetto della sposa Kate e della sorella Philippa, che ha scatenato la voglia di emulazione di migliaia di ammiratori.

Secondo gli esperti inglesi Kate, con l’aiuto dei giusti consulenti di bellezza, ha saputo raggiungere la giusta tonalità del viso, non eccessivamente scura e, soprattutto, luminosa. Quelli che gli anglosassoni chiamano glow, ossia un’abbronzatura sofisticata ottenuta dosando prodotti in gel pigmentati, idratanti colorati, terre solari e sieri intesificatori.

L’importante è che l’effetto risulti naturale. Prima di applicare qualsiasi polvere è utile preparare la pelle con un gel o crema colorata di una nuance più chiara rispetto al proprio colorito, per renderlo uniforme e luminoso. Quindi s’intensifica sfumando gli zigomi e tempie con polveri o terre solari di una tonalità più scura.

Il nuovo gel pigmentato Sun Temptation di Pupa, gel che lascia una traccia di colore che intensifica (o simula) l’abbronzatura, e molti altri prodotti di ultima generazione hanno un effetto dissuasivo sulle imperfezioni: aumentano la luminosità e nascondono inestetismi e piccole rughe.

Per applicare terre, creme e gel colorati è importante una premessa: un paio di volte a settimana è consigliabile fare uno scrub al viso, che rimuove le impurità in superficie rendendo levigata la pelle. Questa operazione va a migliorare i risultati del make-up. è una buona abitudine e non elimina l’abbronzatura, come molte donne pensano.

Per chi deisdera una pelle ambrata e sana, sono utili i fondotinta solari, come la Crema Compatta Abbronzante di Collistar, un prodotto che la maison definisce “4 in 1”: attenua le imperfezioni del viso, conferisce un colorito dorato, idrata e proteggi dai raggi Uv. Anche la Creme de Soins Teinté di Clarins è un fondotinta che colora e insieme idrata, con una texture leggera e morbida da applicare dopo la pulizia quotidiana. La Sheer Tint Release Day Wear di Estée Lauder è un prodotto che si preoccupa, oltre che dell’incarnato, anche dello stato della pelle. Questa crema colorata, infatti, garantisce una doppia protezione contro l’invecchiamento grazie a antiossidanti e filtri a largo spettro contro gli Uv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *