I buoni fruttiferi postali

Gli uffici postali offrono la possibilità di sottoscrivere i buoni fruttiferi postali. Essi sono un investimento di medio-lungo periodo, che è scelto da molti risparmiatori dal momento che garantisce elevati interessi. Ne esistono di due categorie. Gli ordinari sono buoni che permettono di prelevare in ogni momento il capitale che si è versato, godendo di […]

Gli uffici postali offrono la possibilità di sottoscrivere i buoni fruttiferi postali. Essi sono un investimento di medio-lungo periodo, che è scelto da molti risparmiatori dal momento che garantisce elevati interessi. Ne esistono di due categorie. Gli ordinari sono buoni che permettono di prelevare in ogni momento il capitale che si è versato, godendo di un tasso di remunerazione che sale con il passare del tempo. “A termine” sono invece quei buoni che possono essere riscattati solo in determinati momenti, che garantiscono però guadagni maggiori. Nel complesso, tutti i buoni possono essere considerati come titoli di credito nominativi rimborsabili a vista, attenzione però perché viene esclusa la possibilità di rimborso parziale.
Ma per quale motivo un soggetto dovrebbe optare per l’investimento in posta? Sicuramente per diminuire il rischi associato all’investimento stesso, dal momento che l’unico pericolo connesso a tale tipologia di investimento è una eventuale cambio retroattivo dei tassi, in favore di tassi meno favorevoli per il risparmiatore rispetto a quelli imposti al momento della sottoscrizione del titolo stesso. A questo rischio ridotto, corrispondono possibilità di guadagno limitate tendenzialmente, ma oggi ai buoni si accompagnano soluzioni di investimento fortemente diversificate.
A metà strada tra investimento e risparmio, appare la soluzione Conto Banco Posta, che è da intendersi come un vero e proprio conto corrente che può essere paragonato in tutto e tutto ad un conto bancario. Dalla loro parte, i conti postali offrono la possibilità di contare su una serie di sportelli capillarmente diffusi sul territorio. Le spese annuali sono pari a 30,99 euro (pari alle imposte annuali di bollo), mentre le varie operazioni risultano gratuite. Tra i vari servizi offerti, il libretto assegni, il Postamat Maestro e la carta di credito.
Il conto, inoltre, offre la possibilità di controllare online lo stato attuale del proprio conto.







Lascia un Commento

Si prega di inserire solo commenti inerenti l'articolo e l'argomento trattato.