Il marchio CE (China Export) confonde la comunità europea

Il marchio CE che da alcuni anni garantisce gli standard di qualità riconosciuti dalla Comunità Europea, è stato sapientemente copiato dalle aziende cinesi ( e non solo ) che hanno creato un nuovo marchio CE a danno dei consumatori: il China Export.

Il marchio CE, è quello che viene applicato dal 1 Luglio 2006, a qualsiasi importazione proveniente da paesi fuori della Comunità Europea deve essere certificata. Qualche anno fa è nato questo marchio come garanzia di standard di qualità e sicurezza per i prodotti che circolano all’interno della Comunità Europea. L’introduzione di questo marchio, ha dato filo da torcere alle aziende cinesi che si sono ritrovate di fronte a un ostacolo da superare. Incredibile, ecco che i cinesi hanno introdotto il loro marchio di garanzia ( ovviamente per raggirare il nostro): nasce così simbolo CE, China Export. Senza dubbio un’idea davvero geniale, ma che va purtroppo a discapito dei consumatori europei. Adesso che i prodotti cinesi hanno impresso il loro bel marchio CE,  i beni che non hanno eseguito alcuna prova di conformità agli standard europei, possono circolare nella comunità. Ovviamente il tutto è illegale, trattandosi di un’operazione ingannevole ai danni dei consumatore, ma purtroppo è davvero difficile riuscire a distinguere i due simboli.

L’ unico modo per riconoscere il marchio originale CE e nel fare attenzione ad alcuni particolari ben precisi.

Innanzitutto il marchio CE come Comunità Europea ha più spazio tra le lettere. Vi è uno spazio ampio tra le due lettere che è quasi pari alla C rovesciata orizzontalmente. La C e la E devono essere ricavate da due cerchi che si compenetrano e la dimensione minima in altezza deve essere di 5 mm.

Il marchio CE come China Export, ha invece uno spazio tra le due lettere quasi nullo.

Assurdo come a questo intento di raggirare le leggi europee si sia aggiunto anche gli errori e alla ‘sbadataggine’ di alcuni marchi famosi ( come Vodafone con le sue chiavette ) che hanno apposto sui propri prodotti una marcatura CE non esatta. La situazione diventa quindi preoccupante e la confusione a riguardo è totale.

Il riconoscere la veridicità di questo marchio è di fondamentale importanza sia per le aziende che per gli utenti finali. Un’azienda potrebbe incorrere in gravi problemi nel caso provasse ad importare dei prodotti China Export. Verrebbe immediatamente sequestrata la merce in dogana, e verrebbe anche applicata una multa molto ma molto salata. L’utente finale ha il diritto ad acquistare dei prodotti che siano controllati e testati in base alle normative, per evitare anche problemi gravi con oggetti apparentemente innocui che possono divenire pericolosi.

12 Commenti

  1. Aldo
  2. Antonio
  3. mib
  4. giustiziere mascherato stronzo e deficiente (quello della papernovela)
  5. Dante
  6. pasquale
  7. abacon
  8. mattia
  9. domenico
  10. Gatto
  11. Barchimede
  12. Daniele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *