Evolve III Maestro, il tablet con triple boot

Evolve III Maestro è un tablet presentato al CES 2011 come prototipo, dotato di triple boot, cioè della possibilità di scegliere all’avvio tra tre diversi sistemi operativi: Windows 7, Android e MeeGo. Le restanti specifiche tecniche non si discostano dal panorama del settore.

In mezzo a tutte le novità relative ai tablet, presentate al CES 2011, è passata in sordina la presentazione del prototipo Evolve III Maestro, un tablet che si distingue dagli altri per una caratteristica niente affatto improbabile per l’architettura intrinseca dei tablet, ma insolita nelle scelte dei produttori.

L’Evolve III Maestro sarebbe infatti dotato di triple boot, andando quindi a distinguersi ulteriormente rispetto ad alcuni modelli dual boot, come il ViewSonic ViewPad, solo per fare un esempio.

Ma cosa significa triple boot o dual boot? In pratica, la maggior parte dei dispositivi elettronici in nostro possesso, dai computer ai cellulari, al momento dell’accensione e dell’avvio, inizia a funzionare utilizzando un’interfaccia utente creata appositamente per dialogare con le persone e per fare da tramite tra queste e il linguaggio delle macchine: questa interfaccia è comunemente nota come “sistema operativo”.

I sistemi dual boot permettono di scegliere al momento dell’avvio fra due sistemi operativi differenti; il triple boot, come dice la parola, permette di scegliere fra tre diversi sistemi operativi.

Dato che di questi ultimi il mercato è ormai pieno, sia per computer, sia per smartphone, sia infine per tablet, l’Evolve III Maestro ha pensato bene di offrirne tre già in partenza: Android (non si sa quale versione però), Windows 7 e MeeGo.

Quali vantaggi può comportare una situazione simile? Innanzitutto occorre sapere che ogni sistema operativo può offrire funzionalità e applicazioni diverse, oltre a poter consumare in modo differente la batteria; detto questo lo scenario ipotetico è che un utente possa utilizzare un tablet per diverse ragioni e in diverse situazioni: per il divertimento videoludico, ad esempio, per una situazione professionale oppure ancora per connettersi in mobilità.

Avere a disposizione sistemi operativi diversi significa poter configurare il dispositivo in modo che sia già pronto e ottimizzato per una determinata situazione che si ripete spesso: in questo modo, avviando Windows piuttosto che Android, l’utente si ritrova in mano il tablet già pronto per ciò che si accinge a dover fare.

Le restanti caratteristiche tecniche dell’Evolve III Maestro non sono così differenti dai tablet visti finora: processore Intel Atom N475 a 1,83 GHz, forse sostituibile con un dual core della serie Oak Trail; display touchscreen da 10.1 pollici con risoluzione nativa 1024x600p; fino a 32 GB di storage SSD; 2 GB di memoria RAM; porte USB; lettore di microSD; connettività wi-fi e 3G, con supporto per Adobe Flash e HTML 5, per visualizzare correttamente tutti i contenuti web.

La durata della batteria promessa è di 8 ore con Windows e di 16 ore con Android. Il prezzo di partenza di questo tablet è previsto intorno ai 500 dollari, che nella versione con processore dual core potrebbero arrivare a 600. L’equivalente italiano e la disponibilità sul mercato non sono ancora noti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *