Forno microonde

Il forno a microonde è stato un elemento di trasformazione in cucina. Grazie a esso anche i meno abili in cucina, possono preparare dei pasti sufficientemente buoni. Con questo apparecchio si possono cucinare velocemente molte pietanze, consentendo di risparmiare tempo; si possono scongelare i cibi in pochi minuti. Il forno a microonde è diventato proprio per tutti questi motivi, indispensabile, anche per chi sa cucinare; facilita spesso la vita di chi cucina, dimezzando il tempo necessario. I modelli disponibili sono davvero tanti, e altrettanti sono gli accorgimenti da seguire.

Elementi che compongono un forno a microonde

Forno microonde

Gli elementi indispensabili per un forno a microonde sono:

a) il vano contenitore, dove c’è:

  • coperchio da dove escono le microonde
  • porta a vetri schermati, che impedisce la fuoriuscita delle radiazioni
  • piatto rotante all’interno del vano
  • supporto per il piatto rotante

b) un pannello comandi con:

  • manopola per la regolazione della potenza;
  • manopola per il timer;
  • orologio digitale;
  • fori per la fuoriuscita dell’aria calda

c) nei modelli free-standing, il forno è provvisto di piedini in gomma

d) il cavo di alimentazione

Come funziona

La cottura nel forno a microonde nasce appunto dalle microonde: delle radiazioni elettromagnetiche prodotte dal magnetron che l’energia elettrica. Quando le microonde entrano a contatto con l’ acqua, gli zuccheri ed i grassi, causano un’ attrito delle molecole, attraverso il quale si produce calore, che andrà a scaldare il cibo. La porta è schermata per non consentire la fuoriuscita delle radiazioni durante la cottura: quando si apre lo sportello, l’emissione delle microonde cessa automaticamente . La cottura avviene internamente, il contenitore e le pareti del forno non si scaldano, restano fredde, impedendo che vi possiate scottare. La cottura interna dei cibi, consente una notevole riduzione dei tempi.

A cosa serve il forno a microonde

Le funzioni del forno a microonde sono:

  • cuocere i cibi
  • riscaldare i cibi già cotti ( i primi forni a microonde non cuocevano
    scaldavano soltanto )
  • scongelare i cibi congelati

I processi avvengono velocemente e a differenza di quanto molti pensano, i cibi che si preparano con il microonde sono salutari. La cottura col microonde utilizza i grassi presenti nei cibi, conservandone le sostanze nutritive.

Forni combinati

Da qualche anno sono stati introdotti in commercio dei forni a microonde che uniscono alla cottura a microonde a quella normale. Questi formi si chiamano “combinati”. I forni combinati hanno delle resistenze e una ventola, che consentono di cuocere in modo normale. Questi modelli sono provvisti di ventilazione tangenziale e raffreddamento: un dispositivo che è composto da una ventola che permette l’uscita dell’aria calda e il mantenimento di una temperatura costante del vetro e della maniglia; in questo modo non rischierete scottature. Questi forni possono avere un grill rotondo da porre sopra al piatto rotante, che consente di cuocere con il grill, dorando le pietanze. Oltre alla cottura rapida garantita dalle microonde, ed il riscaldamento e lo scongelamento, un forno combinato consente di:

  • cuocere in modo tradizionale
  • scegliere una cottura ventilata
  • dorare col grill ( usando soltanto il grill o il grill combinato alle microonde )

Come posizionarli in cucina

E’ fondamentale sapere che ci sono due tipi di forni a microonde, distinti a seconda della posizione che avranno in cucina: i modelli free-standing, ( a libera installazione ), ed i modelli da incasso.

Modelli free-standing

Sono dei forni a libera installazione, perfetti da porre sul top della cucina. Questi modelli hanno dimensioni differenti, a volte contenute; la loro capacità varia da 18 litri e non supera i 30 litri. Se decidete di porre un forno free-standing all’interno della vostra cucina sappiate che:

  • avrete bisogno di uno spazio libero non inferiore a 5 centimetri tra la superficie del forno e le pareti circostanti
  • necessiterete di almeno 30 centimetri liberi nella parte superiore del forno

Scegliete una posizione che permetta di porre il forno a microonde in uno spazio libero da ingombri inutili. Le indicazioni sopra devono essere rispettate, ed è necessaria la presenza di una presa elettrica nelle vicinanze, perché si possa usare il forno senza porre delle scomode prolunghe.

Modelli a incasso

I forni a incasso possono essere posti internamente ai mobili. Di solito i forni a incasso vengono installati a colonna, sopra o sotto al forno normale. Questi forni essendo ad incasso, hanno spesso delle dimensioni standard: una larghezza, di circa 60 centimetri, e un’ altezza di 30-35 centimetri. Esistono sul mercato dei modelli compatti, che sono larghi circa 50 centimetri. I forni ad incasso hanno una maggiore capacità, che può raggiungere i 35 litri.

Opzioni aggiuntive dei forni a microonde

  • Sesto senso
    Offre dei nuovissimi i forni a microonde provvisti di: programmi automatici, che sfruttano una funzione che prende appunto il nome di Sesto Senso; questa funzione cuoce i cibi a seconda del tipo e del peso, la cottura si imposta da sola, ed anche la potenza ed il tempo necessario.
  • Scongelamento automatico
    Esistono dei modelli che sono provvisti di programmi automatici per lo scongelamento e funzionano in base al peso della pietanza inserita.
  • Funzione Crisp
    permette l’ indoratura del cibo, sia nella parte inferiore che in quella superiore
  • Funzione Fitness Steam
    per preparare dei cibi dietetici, conservando il sapore e i principi nutrizionali
  • Cottura a vapore
    il forno avrà in dotazione una vaporiera
  • Funzione di riscaldamento rapido
    anche chiamata quick reheat
  • Sistema 3D
    è una cottura davvero particolare, che consente alle microonde una distribuzione tridimensionale sui cibi, garantendo anche una cottura uniforme
  • Grill autopulente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *