Scopa elettrica: scelta e uso

Come per tutti gli elementi della casa, prima di scegliere e acquistare è bene informarsi con attenzione su quel che andiamo a comprare. Nel caso delle scope elettriche, esse sono provviste – come ogni altro elettrodomestico – di scheda tecnica, che potrete leggere e valutare con attenzione. Dovrete quindi scegliere un modello di scopa che abbia un buon rapporto qualità/prezzo.

Scopa elettrica

Scheda tecnica della scopa elettrica

La scheda tecnica, varia a seconda della marca, ma generalmente indica:

  • marca e modello
  • tipologia di scopa elettrica: a sacco o senza sacco
  • capacità del raccogli-polvere, che viene espressa in litri
  • numero e la tipologia di spazzole
  • dimensioni ( aperta o chiusa nel caso si tratti di un modello pieghevole o smontabile): sono migliori se contenute
  • potenza dell’ aspirazione, che viene espressa in watt: maggiore è la potenza, migliore sarà la pulizia che potrete ottenere
  • variabilità e il controllo elettronico ( o manuale ) della potenza
  • raggio d’azione che il cavo di alimentazione permette
  • peso espresso in kilogrammi
  • filtro in uscita: Hepa, Air Clean, ecc.
  • accessori intercambiabili in dotazione: le spazzole per le superfici speciali, per i peli degli animali, le ruote in feltro, ecc.
  • tipo d’ alimentazione: a corrente o con batteria ricaricabile ( senza fili )

La scheda tecnica della scopa elettrica lava-asciuga vi mostrerà le seguenti indicazioni:

  • capacità del contenitore dell’ acqua pulita e di quello della sporca, espressa in litri
  • la presenza del dosatore per il detergente

Potenza di aspirazione

Un fattore molto importante per l’ acquisto di una scopa elettrica è la potenza dell’ aspirazione. I modelli più recenti, raggiungono delle potenze elevate, con un consumo d’ energia ridotto. La potenza d’ aspirazione indica il livello di pulizia. Questo valore viene espresso in Watt e parte da 1.000 Watt fino ad arrivare a 1800 W.

Dove riporre la scopa elettrica

Così come per le scope tradizionali, non è facile capire dove riporre la scopa elettrica, è opportuno infatti che troviate uno spazio pratico e non ingombrante. La scopa elettrica, ha un foro nel manico che consente di appenderla. Potrete quindi porre un bel chiodo sul muro ( dovete scegliere un chiodo resistente, o una vite con tassello che dovrete inserire utilizzando un trapano; fate attenzione anche alla parete, che dovrà essere resistente ) dello sgabuzzino o dell’ armadio-ripostiglio. Potreste anche porre il chiodo in un angolo nascosto, per esempio vicino al frigo, o tra due mobili.

Lo sgabuzzino o il mobile-ripostiglio sono i luoghi migliori per riporre la scopa elettrica, anche se essa non presenta il foro nel manico per essere appesa. Nel caso in cui non abbiate un luogo-ripostiglio, vi consigliamo di acquistare una scopa elettrica con un bel design e una gradevole colorazione. In questo modo potrete lasciarla a vista, in cucina o anche in bagno. Scoprirete che anche un apparecchio per pulire, può arredare. Il modello Piuma Excellent della Imetec, per esempio, può rimanere in piedi, e quindi risolve eventuali problemi di spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *