Scopa elettrica

La scopa elettrica, è leggera e maneggevole, ed è una pratica alternativa alla classica combinazione della scopa tradizionale e la paletta. Ovviamente quella classica di saggina ha un suo particolare fascino, che tuttavia non la rende in alcun modo un elemento comodo ed efficace, in particolare considerando che la paletta non consente di raccogliere tutto lo sporco catturato con la scopa. Quella elettrica rende la situazione facile: non è necessaria la paletta. Vi sembrerà di avere in mano una scopa normalissima, ma assolutamente funzionale.

Scopa elettrica

Vantaggi di una scopa elettrica

I vantaggi nel possedere ed usare una scopa elettrica sono:

  • pulizia
    è possibile pulire a fondo il pavimento, grazie alla potenza dell’ aspirazione;
  • precisione
    non verranno lasciati mucchietti di sporco come con la paletta tradizionale;
  • velocità
    in pochi secondi è possibile igienizzare una superficie, premendo soltanto un tasto;
  • praticità
    spesso non ci sono ingombranti fili e dovrete svuotare o cambiare il sacco di tanto in tanto;
  • libertà
    potrete spostarvi da un ambiente all’ altro, senza essere vincolati dalle prese di corrente;
  • leggerezza ed ergonomicità
    la scopa elettrica ha una presa comoda, solitamente realizzata in gomma o con dei materiali morbidi ed antiscivolo;
  • minimo ingombro
    le scope elettriche hanno dimensioni ridotte, alcuni modelli sono pieghevoli o smontabili.

Perché una scopa elettrica è meglio di un aspirapolvere

La scopa elettrica non deve necessariamente essere una sostituta dell’ aspirapolvere, visto che non può avere le stesse funzioni di quest’ ultima. L’ aspirapolvere infatti ha degli accessori, che le permettono di eliminare la polvere che si trova ad esempio sui mobili o sui cuscini, ed in alcuni casi anche di aspirare i liquidi.

La scopa elettrica è invece perfetta per pulizie giornaliere; l’aspirapolvere invece, considerandone soprattutto le dimensioni, e il fatto che sia vincolata all’ uso della corrente, e alla presenza di fastidiosi fili, è ideale per compiere delle pulizie approfondite ma non quotidiane. La scopa elettrica è: leggera, maneggevole, pratica e veloce; inoltre la scopa elettrica ha un costo inferiore rispetto a quello di un’ aspirapolvere.

Per spazzare il pavimento del bagno, o del soggiorno, in camera da letto o in qualsiasi altro ambiente, la scopa elettrica è un’ ottima scelta. Al solo pensiero di prendere l’ aspirapolvere per fare ciò, siamo certi che avrete già cambiato ide; l’ idea di montare l’ aspirapolvere, cercare la presa, da cambiare poi ogni volta che cambiamo stanza, e fare anche attenzione ai fili, è un vero e proprio stress, figuriamoci se questo stress va compiuto ogni giorno..

La scopa tradizionale si sporca molto velocemente, spesso non pulisce al meglio, ed è scomoda soprattutto usandola con la paletta. Grazie alla scopa elettrica eliminerete tutti questi problemi.

Funzioni di una scopa elettrica

La scopa elettrica ha alcune funzioni principali:

  • aspirare e pulire i pavimenti qualunque sia la loro superficie;
  • aspirare i divani ed i materassi grazie a speciali accessori.

Alcuni modelli di scope elettriche sono dotati anche di un sistema per il lavaggio, che sono perfetti per lavare ed anche asciugare i pavimenti. Si avrà in questo modo una pulizia completa in modo semplice.

Accessori e funzioni opzionali

Le scope elettriche sono provviste di vari accessori, ed hanno tante funzioni e vantaggi. In base alla marca ed al tipo, una scopa elettrica può presentare le seguenti caratteristiche aggiuntive:

  • le rotelle in feltro che possono passare anche su pavimenti molto delicati, in modo che non vengano rovinati o graffiati
  • la regolazione elettronica della potenza, che permette un notevole risparmio di corrente, soprattutto quando si puliscono superfici non troppo sporche
  • le spazzole speciali che variano a seconda della pavimentazione: per parquet, per moquette, ecc.
  • l’ avvolgicavo per quei modelli che possono essere attaccati alla presa della corrente
  • il kit “animal care”, provvisto di “miniturbospazzole”, ideali per la pulizia dei pavimenti, dei divani e dei materassi da cui vogliono essere rimossi i peli del vostro animale
  • le spazzole superscorrevoli, che si possono ruotare di 360° e servono per la pulizia di qualsiasi angolo
  • il sistema che consente alla scopa di restare in piedi
  • il tubo telescopico, che consente di raggiungere i punti più difficili
  • il filtro in uscita Active Hepa o altri sistemi per il filtraggio, che servono per purificare l’aria
  • la presa per la spazzola elettrica
  • i fori sul manico che consentono di appendere la scopa al muro
  • le spazzole intercambiabili “passpartù”, che si adattano alle diverse superfici
  • il sistema silenziatore, che consente di non produrre rumore,
  • il funzionamento senza fili, con un’ autonomia piuttosto lunga
  • il manico ripiegabile, che consente di porre la scopa in spazi piccoli
  • il filtro autopulente
  • il sistema di profumazione dell’aria in uscita
  • il kit tracolla
  • il sistema lavasciuga, che vi permetterà di lavare e asciugare ogni tipo di superficie, dopo averla asciugata, ed anche di aspirare eventuali liquidi; il modello H 3000 floormate della Hoover è un’ esempio di questo tipo di scopa elettrica.

In commercio vi sono dei modelli di scope elettriche che possono essere usate anche esternamente: sul terrazzo, sul balcone, nel vialetto o nel cortile. Queste scope elettriche spazzano via lo sporco sfruttando la forza dell’acqua che proviene da un tubo; la “Scopa ad acqua” della D-Mail è un esempio di questo tipo di scopa.

Tipologie di scope elettriche in base al raccogli-polvere

La scopa elettrica così come l’aspirapolvere, è provvista di un raccogli-polvere, che si trova al suo interno. Il raccogli-polvere può essere:

  • fisso
    le scope elettriche “senza sacco”, sono costituite da materiali che si possono lavare facilmente, e si possono anche svuotare
  • usa e getta
    di solito sono in carta, come quelli del sacchetto per l’ aspirapolvere. Questo raccogli-polvere è tipico dei modelli di scope elettriche “a sacco”.

La scelta di un tipo o dell’ altro è molto soggettiva: il raccogli-polvere fisso evita costi successivi, poiché non richiede la sostituzione del sacchetto; il raccogli-polvere fisso viene svuotato e lavato, in modo che possa funzionare al meglio; è quindi opportuno scegliere un modello che sia provvisto di un raccogli-polvere con una grande capacità ( almeno 2 litri ), o scegliere un modello provvisto di un raccogli-polvere usa e getta.

Grazie a quest’ultimo, non sarà necessario lavare il contenitore, e potrete “gettare” nella spazzatura il contenitore vecchio, sporco e pieno. Ricordatevi che in questo modo, non solo avrete un ulteriore costo, ma dovrete acquistare un tipo che si possa adattare alla scopa che avete. Assicuratevi che la scopa elettrica, sia provvista di sacchetti intercambiabili, acquistabili ovunque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *