Lavastoviglie

La lavastoviglie è un elettrodomestico che possiamo oggi trovare quasi in ogni casa. Migliora la qualità di vita di ognuno di noi, poiché laverà i piatti e le pentole al posto nostro, e ci consentirà quindi un notevole risparmio in termini di tempo e fatica. In questo articolo cercheremo di darvi molte interessanti informazioni su questo elettrodomestico così utile. Parleremo del suo funzionamento, delle tipologie di lavastoviglie esistenti sul mercato, i programmi offerti, e tanto altro ancora. A cosa serve la lavastoviglie La lavastoviglie ci permette di risparmiare tanto tempo e fatica in cucina, ma è opportuno ottenere tutte le informazioni necessarie

Lavastoviglie

La lavastoviglie è un elettrodomestico che possiamo oggi trovare quasi in ogni casa. Migliora la qualità di vita di ognuno di noi, poiché laverà i piatti e le pentole al posto nostro, e ci consentirà quindi un notevole risparmio in termini di tempo e fatica. In questo articolo cercheremo di darvi molte interessanti informazioni su questo elettrodomestico così utile. Parleremo del suo funzionamento, delle tipologie di lavastoviglie esistenti sul mercato, i programmi offerti, e tanto altro ancora.

A cosa serve la lavastoviglie

La lavastoviglie ci permette di risparmiare tanto tempo e fatica in cucina, ma è opportuno ottenere tutte le informazioni necessarie per capire bene il suo funzionamento, quali sono i modelli disponibili, ed anche le marche. Se volete saperne di più, non vi basterà che leggere quanto segue.

Riflettete a quanta perdita di tempo, acqua, ed energia causa il lavaggio dei piatti a mano. La lavastoviglie è una soluzione perfetta per ovviare a questi sprechi. E’ disponibile in modelli adatte ad ogni esigenza; lavastoviglie di piccole dimensioni per i single, e modelli extralarge per chi ha sempre ospiti. La lavastoviglie è disponibile in tante dimensioni, ed è spesso provvista di utilissimi programmi. La pulizia e l’igienizzazione che regala alle vostre stoviglie è ottima, e i tempi, le temperature ed i consumi, vi permettono un notevole risparmiando, poiché si adattano ad ogni tipo di carico. Per un ciclo normale servono circa 13-14 litri di acqua, contro i 20 usati generalmente per un lavaggio manuale.

Dimensioni e numero di coperti lavabili

Le lavastoviglie di dimensioni standard hanno una larghezza di 60 centimetri e possono lavare circa 12 coperti ( per alcuni modelli anche 15). I modelli che hanno una larghezza di 45 centimetri lavano circa 8-9 coperti. Come già detto la profondità standard è di circa 60 centimetri e l’altezza varia da 85 a 90 centimetri. I modelli piccoli e compatti, hanno un’ altezza di soli 46 centimetri e una profondità di 48, e possono essere a cassetto o da appoggio e lavare anche fino a sei coperti; sono una soluzione perfetta per i single e per le abitazioni di piccole dimensioni, come i monolocali.

Come funziona

Il lavaggio in lavastoviglie è frutto dell’azione meccanica dell’acqua che si combina a quella dello sgrassante del detersivo.

Le fasi del funzionamento sono:

  1. il tubo di carico convoglia l’acqua all’ interno della vasca, ed essa viene riscaldata da una resistenza elettrica
  2. la pompa di carico va ad aspirare dal fondo l’acqua che è stata riscaldata, dirigendola verso gli irroratori, che sono posti sotto il cestello inferiore e quello superiore
  3. l’acqua fuoriesce dai fori degli irroratori
  4. lo sportello si apre, e il detersivo fuoriesce, andandosi a mischiare con l’ acqua ed il sale
  5. il filtro trattiene l’ impurità ed i residui di cibo
  6. con il risciacquo finale viene utilizzato anche il brillantante
  7. la pompa di scarico va ad eliminare l’acqua convogliandola nelle fogne
  8. una delle resistenze aumenta temperatura dell’aria nella vasca, dando inizio all’ asciugatura; o una ventola eliminerà l’aria umida

Sistemi di lavaggio

I sistemi di lavaggio variano a seconda della modalità di erogazione dell’acqua, che passa negli irroratori. I metodi principali sono:

  • alternato
    l’acqua è indirizzata in modo alternato al cesto inferiore e superiore
  • a impulsi
    la pressione dell’acqua è variabile; i getti fuoriescono dai fori con una pressione alta che elimina lo sporco, o bassa per ammorbidirlo; anche l’angolazione dei getti è variabile
  • traslante
    sono presenti dei dispositivi che spingono l’acqua in tutti gli angoli
  • orbitale
    con un doppio irroratore: gli irroratori ruotano contemporaneamente in modo sovrapposto, dirigendo in questo modo i getti di acqua.

Programmi di lavaggio

Come avviene per le lavatrici, anche le lavastoviglie sono dotate di programmdi i lavaggio. Essi variano in base alle temperature e alla quantità di acqua utilizzate, e la durata del lavaggio. I principali sono:

  • ciclo a mezzo carico
    quando la lavastoviglie non è piena, scegliendo in alcuni casi quale dei due cestelli si vuole utilizzare
  • bio/eco
    per un ciclo quotidiano a 50°C; perfetto con i detersivi ecologici
  • cristalli/delicato
    per un lavaggio delicato al 40% di tutte le stoviglie fragili ed anche le porcellane
  • economico
    lava a 40°C o a 55°C, stoviglie poco sporche o carichi ridotti
  • igienizzante
    per un ciclo normale a 70°C che consente anche di effettuare un risciacquo antibatterico
  • intensivo/energetico
    per lo sporco secco e resistente; lava a 60-70°C
  • prelavaggio
    viene eseguito a caldo o a freddo, in questo modo vengono eliminati tutti i residui di cibo
  • quotidiano
    lava a 55°C o 65°C per 80 minuti
  • rapido/breve
    un ciclo ridotto di circa mezz’ ora. Lava a 60° le stoviglie non troppo sporche
  • auto wash
    regola automaticamente i consumi e la durata
  • ciclone
    consente di effettuare un utilizzando l’ ugello rotante centrale; la pressione dell’acqua sarà maggiore dell’80%
  • duo wash
    per lavare delicatamente nel cesto superiore e in modo intensivo in quello inferiore 

Quasi ogni modello è provvisto del delay timer: un dispositivo per una partenza ritardata, che consente la programmazione della lavastoviglie anche con due ore di distanza. Ad esempio potremo in questo modo usare la lavastoviglie mentre dormiamo, risparmiano energia.

Lavastoviglie intelligenti che si auto programmano

Molte lavastoviglie, sono provviste di apparecchi elettronici e di sensori che definiscono qual è il programma che meglio si adatta al tipo di carico che stiamo lavando. In questo modo non dovremo effettuare la selezione manuale. I sensori, che prendono nomi diversi a seconda del marchio di produzione, misurano con il primo risciacquo quanto è torbida l’ acqua; in questo modo verrà stabilita la durata del ciclo, la quantità di acqua da utilizzare ed anche la temperatura.

I sensori considerano anche quante sono le stoviglie caricate; perciò con un carico minore, minore sarà la quantità di acqua erogata, e viceversa. L’ automatizzazione delle funzioni consente un maggiore risparmio, evitando inutili sprechi. Questi modelli sono provvisti anche di un display per eventuali anomalie, o guasti.

Cestelli delle lavastoviglie

I cestelli sono delle piccole “gabbie”, all’ interno del quale sistemeremo le stoviglie che andremo a lavare. Questi cestelli prevedono un sistema antiribaltamento. Il cestello che si trova in basso, può essere estratto completamente; quello che si trova in alto è di solito regolabile in altezza anche se a pieno carico. Le griglie dei cestelli possono essere abbattute, consentendo così di caricare i piatti e le pentole più grandi. Il cestello per le posate può essere diviso, ed estratto; per i coltelli e le posate lunghe ed i bicchieri a calice, alcuni modelli, hanno dei contenitori e dei sostegni particolari.

Modelli di lavastoviglie

Le lavastoviglie possono essere suddivise in due grandi categorie di modelli in base al loro “modo” di stare in casa, ossia isolate a costituire un singolo elemento del mobilio, oppure incluse in una cucina. Le prime sono dette freestanding, le seconde “a incasso”. Vediamone le caratteristiche. 

Freestanding

I modelli di lavastoviglie freestanding ( non da incasso ), a libera installazione, sono davvero comodi. Queste lavastoviglie, possono essere posizionate dove desideriamo, e sono perfette all’ interno di cucine arredate con elementi indipendenti. Questi modelli sono solitamente rifiniti, e spesso la parte superiore ha un rivestimento in acciaio inossidabile, o colorato. Le dimensioni esterne non superano quelle dei modelli ad incasso; la capacità della vasca è assolutamente uguale.

A incasso

I modelli di lavastoviglie ad incasso, vengono incorporati nel blocco della vostra cucina. Si inseriscono nell’ apposito vano, che si trova sotto il top dei mobili, o in colonna assieme agli altri elettrodomestici. I modelli a incasso possono essere a:

  • integrazione totale
    hanno uno sportello pennellato nella stessa finitura dei mobili; hanno dei comandi che si azionano solo quando la lavastoviglie è aperta
  • pennellatura parziale
    il pannello dei comandi si trova nella parte frontale, ed è scoperto
  • sportello scoperto
    lo sportello in acciaio inossidabile o in un altro materiale, è lasciato a vista

Ricordatevi sempre di predisporre il blocco cucina considerando quanto sarà grande la lavastoviglie che acquisterete, soprattutto se la comprerete a parte rispetto alla cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *