Come personalizzare la propria cover

Per alcuni la cover significa ingombro e orrore estetico, ma necessario per proteggere smartphone che negli ultimi anni sono sempre più fragili e sottili. In realtà ci sono tanti modi per rendere quest’oggetto più gradevole agli occhi, in modo anche da cambiare la propria visione su queste parti in plastica ormai fondamentali.

cover personalizzate

Utile non è per forza brutto

Che scocciatura dover rovinare il bel design del proprio smartphone con un’odiosa cover! Eppure, ultimamente è meglio renderlo meno appariscente se non vogliamo rovinare davvero il suo impatto estetico con graffi e ammaccature. E poi, cover non significa sempre anonimo e triste, anzi può essere un modo per rendere il dispositivo ancora più bello e soprattutto più personale, distinguerlo dalle numerose copie presenti in giro.

Sempre con noi

Il modo più classico per personalizzare la cover è certamente stamparci sopra una foto. Ci sono diversi negozi che hanno in esposizione diverse cover con disegni o foto prestampate, e al contempo – questo lo fanno anche i fotografi – permettono di ordinare custodie con stampata sopra una foto importante per voi.

Tuttavia la maniera più comoda e meno dispendiosa di sfruttare questo tipo di personalizzazione è internet, che presenta diversi siti più o meno di qualità (uno molto responsabile e consigliato è coverper.com) i quali consentono di scegliere anche la tipologia e lo spessore della cover scelta, come posizionare la fotografia – che può essere anche piccola e circondata di altre immagini o emoji – e via dicendo. Modo banale, ma sempre efficace ed è comprensibile il suo successo.

Chi fa da sé, fa per tre<

Ma ci sono anche modalità diverse di personalizzazione della cover, che rientrano nella grande famiglia del faidate e consentono di sfruttare al massimo la vostra fantasia, creando look davvero unici e particolari, che faranno incuriosire i vostri amici o qualche passante cui cadrà l’occhio sul vostro smartphone.

Come, per esempio, un accattivante effetto metal-rock. Si realizza prendendo una cover preferibilmente a tinta unita e applicandoci sopra delle borchie a vostra scelta (ci sono tonde, quadrate, piramidali e tante altre, tutte facilmente acquistabili nelle mercerie) utilizzando della colla. La quantità di borchie da applicare sulla cover è a vostra discrezione: che la riempiate completamente o ne applichiate anche solo due, dipende dai vostri gusti! L’importante è che lasciate asciugare la composizione con un peso sopra, generalmente un libro.

Se non siete amanti del metal e delle borchie, ma avete molta manualità allora potete optare per la personalizzazione a rilievo, che di solito si applica con del fimo – una pasta sintetica che si modella in modo molto semplice e si indurisce molto facilmente. In questo modo potete creare il disegno che volete!

Ancora, potete prendere dei piccoli oggetti stilizzati o kawaii e applicarli sopra. Possono essere simboli di film, libri o videogiochi che amate, piccole piante o animali, scarpette e borsette, emoji di Whatsapp. Quello che volete, insomma!

Oppure ancora date sfogo alle vostre abilità tecniche e alla vostra passione per il disegno. L’ideale è usare colori acrilici, e fondamentale è stendere prima una base di colore chiaro per poi disegnarci la vostra piccola opera d’arte. Infine, fissate il disegno con della vernice trasparente.

Fashion way

Aspiranti stilisti e stiliste, ci rivolgiamo a voi! Perché sì, potete esercitare le vostre abilità nel cucito e nella moda anche nella personalizzazione delle cover. A queste infatti, potete applicare:

  • Della stoffa o dei tessuti. In particolare ritagli di modelli diversi e alternarli, magari usando materiali e colori differenti per un effetto ancora migliore. E se vi piacciono, non rinunciate a fiocchi o nastri. Persino il pizzo è ben accetto, o addirittura quel vecchio centrino che la nonna vi ha regalato. Ad ogni modo, di qualsiasi tessuto si tratti, sapete meglio di chi scrive che va applicato con della colla a caldo.
  • Smalti colorati. Qui ci rivolgiamo anche agli estetisti. Che ne dite di personalizzare la cover lasciando cadere delle gocce di smalto o creando delle linee? L’effetto è decisamente astratto e particolare, e potete anche creare delle sfumature con una spugna. Anche in questo caso, fissate con della vernice trasparente.
  • Tripudio di strass e perline. La vostra anima kitsch (in senso positivo) avrà via libera anche per la vostra cover, che risulterà letteralmente splendente! Che voi la riempiate completamente o no, attenzione alla colla e a che non esca fuori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *