Barbecue

Con la bella stagione, il desiderio di stare all’ aria aperta, ci porta a passare le nostre giornate in giardino, e perché no in tavola, se abbiamo un bel barbecue, che ci consenta di fare delle belle grigliate. Il barbecue, è importantissimo nell’ arredo degli esterni, perché è un vero e proprio elemento per socializzare. Ci sono tante tipologie di barbecue: a gas, elettrici, a carbonella; fissi, mobili e anche portatili. Se possedete un barbecue, è fondamentale che sappiate come pulirlo e come utilizzarlo, e anche che abbiate tutti gli accessori necessari. Di seguito, troverete tanti consigli utili su come

Barbecue

Con la bella stagione, il desiderio di stare all’ aria aperta, ci porta a passare le nostre giornate in giardino, e perché no in tavola, se abbiamo un bel barbecue, che ci consenta di fare delle belle grigliate. Il barbecue, è importantissimo nell’ arredo degli esterni, perché è un vero e proprio elemento per socializzare. Ci sono tante tipologie di barbecue: a gas, elettrici, a carbonella; fissi, mobili e anche portatili.

Se possedete un barbecue, è fondamentale che sappiate come pulirlo e come utilizzarlo, e anche che abbiate tutti gli accessori necessari. Di seguito, troverete tanti consigli utili su come scegliere il vostro barbecue, ed usarlo al meglio.

Barbecue: la gioia della grigliata tra amici

Il barbecue è facilmente associabile al mangiare, alla compagnia, al divertimento e anche all’ estate. Una bella grigliata, è un occasione perfetta per festeggiare, e per soddisfare le varie esigenze esistono tanti tipi diversi di barbecue.

Tipi di cottura con il barbecue

Il barbecue, offre diverse tipi di cottura, in base a come è alimentato e anche a quali accessori lo accompagnano.

  • alla piastra
    con un ripiano posizionato sulla brace
  • alla griglia
    in ghisa o in acciaio inox: con la griglia posizionata sulla brace
  • alla losa
    su una lastra in pietra che viene scaldata dalla brace
  • allo spiedo
    se il barbecue ha il girarrosto
  • a effetto forno
    se vi è un coperchio che attraverso il caldo che provoca la fiamma (o la serpentina nel barbecue elettrico), regala una cottura omogenea

I barbecue possono essere suddivisi in categorie sulla base dell’alimentazione oppure della modalità di istallazione:

In base all’alimentazione

I barbecue possono essere classificati in base alla loro alimentazione dividendoli in:

  • a carbonella o a legna
  • a gas
  • elettrici

Barbecue a carbonella

I barbecue a carbonella, dove è il fuoco a bruciare i cibi, danno ai cibi un sapore davvero unico. Per accenderli bisogna essere pazienti e anche abili, e aspettare che si formi la brace prima di cominciare a cuocere. A causa del fumo prodotto, questi barbecue, sono utilizzabili soltanto all’ esterno. Se utilizzate la legna, sappiate che le fragranze prodotte, variano a seconda del tipo di legna che utilizzerete, è che è fondamentale che essa sia asciutta e anche stagionata, perché prenda fuoco con facilità. E’ fondamentale anche che vengano rispettati i tempi necessari, che in alcuni casi sono davvero lunghi. Se sceglierete di usare la carbonella, il processo di accensione sarà sicuramente più pratico e veloce, così come i tempi di cottura. Sappiate che una temperatura di cottura perfetta, è rappresentata da un ispessimento dello strato che si trova attorno al carbone. I barbecue a carbonella, possono cuocere sia direttamente su fiamma, e sia indirettamente, in quei modelli dove vi è un coperchio che utilizza la brace per creare un effetto da forno.

Barbecue a gas

I barbecue a gas, hanno una bombola ricaricabile che viene posta al di sotto del piano per la cottura. Il calore, può essere regolato, e in base agli accessori presenti si può dar vita a vari tipi di cottura:

  • alla griglia
  • alla piastra
  • a fiamma viva

E’ facile accendere questo tipo di barbecue, e la griglia sarà pronta in poco più di 10 minuti. Ci sono dei modelli che presentano un fuoco laterale, che può essere usato per le pentole, e per cuocere in modo normale. Non dimenticate però che il gas ha un costo maggiore rispetto alla carbonella, e che questi barbecue necessitano di una manutenzione da fare ogni anno. Se possedete un barbecue a gas, è importante che abbiate sempre una bombola di ricambio e anche che quella che usate non sia del tutto vuota, per non rischiare che scoppi. E’ consigliabile anche per il barbecue a gas, che il suo uso avvenga all’ esterno.

Barbecue elettrico

Il barbecue elettrico, è una scelta davvero interessante, non solo per la sua praticità, ma anche per i risultati che si possono ottenere. La griglia di questi barbecue è perfetta, e basta una presa o un generatore per avere a disposizione il vostro barbecue. Potrete regolare la cottura, e potrete scegliere di usare questo barbecue anche in casa. Ci sono tuttavia degli aspetti negativi. Questo barbecue, a causa dell’ assenza del fuoco, non regala ai cibi il tipico sapore della cottura a fiamma viva, e bisogna prestare particolare attenzione alla sicurezza.

In base all’installazione

Ci sono tre diverse tipologie di barbecue classificabili in base all’ installazione, e sono:

  • fissi, di solito in muratura.
  • mobili, montabili su dei cavalletti che si possono chiudere o anche dotati di rotelline.
  • portatili, richiudibili e facilmente trasportabili.

Barbecue fissi

Sono i barbecue in muratura, che hanno di solito una forma a casetta. Si possono acquistare già pronti, da installare, o anche ordinandoli su misura. I materiali usati per la realizzazione di questi barbecue sono:

  • acciaio spazzolato
  • argilla espansa
  • pietra

I barbecue fissi hanno un alimentazione a carbonella o a legna, anche se in alcuni casi sono a gas o elettrici, o addirittura combinano l’ elettricità e altre tipologie di cottura. Questi barbecue hanno dei piani di cottura molto spaziosi, sono resistenti, e non hanno particolari necessità di manutenzione. Ci sono dei modelli che dispongono di griglie con diversi livelli, o di bracieri regolabili, di girarrosto provvisti di motore e di ingressi per l’ aria ventilati. Il barbecue fisso offre vari tipi di cottura che sono:

  • cottura diretta, a fiamma viva
  • cottura indiretta, a effetto forno
  • spiedo
  • griglia
  • piastra o losa

Dove posizionare i barbecue

Fissi

E’ importante tener conto del regolamento urbanistico e di edilizia della vostra località, prima di posizionare il barbecue fisso. Ogni comune regola qual è la distanza necessaria dai confini e dai fabbricati, e stabilisce una distanza di più di sei metri (6) dagli alberi o da altri ostacoli che si sviluppano verticalmente. Devono essere installati esternamente, in un giardino o in un terrazzo, ma vi sono anche dei modelli da esterno che sono provvisti di una cappa, e funzionano come dei camini. E’ consigliabile verniciare la struttura in muratura per proteggerla.

Mobili

I barbecue di tipo mobile, sono a carbonella, a gas o elettrici, e sono quindi utilizzabili sia all’esterno, che all’interno. Se si desidera usarli all’ interno, è importante che le finestre siano lasciate aperte. Questi barbecue sono davvero pratici, poiché possono anche essere trasportati in altri luoghi, e possono avere tante dimensioni e forme.

Portatili

Ci sono dei modelli di barbecue chiamati portatili, che sono provvisti di una vera e propria valigia perché possano essere trasportati in modo facile e veloce. Questi barbecue sono a carbonella o anche elettrici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *