Scegliere la bomboniere per le nozze

La bomboniera per le nozze nasce nel 1700. L’usanza di donare qualcosa in occasione delle nozze (solitamente era una scatola con all’interno dei bon bon, che sono dei dolcetti) iniziò a diffondersi in Francia. Questo uso era considerato come un porta fortuna, e aveva il compito di auspicare dolcezza e felicità ai novelli sposi. In Italia, l’usanza di scambiarsi delle scatolette con confetti o dolci all’interno, per il fidanzamento si trova a partire dal 1400.

In questa occasione il fidanzato donava alla sua fidanzata una coppa amatoria, cioè un piatto nel quale venivano raccolti i confetti e che raffigurava un viso femminile con inciso il nome della promessa. Per augurarsi amore e fecondità, gli sposi erano soliti bere insieme da tale coppa. Invece in Inghilterra possiamo trovare le sweetmeat box, ovvero delle scatole in oro, in argento e a volte in pietre preziose. L’abitudine era già di moda nel 1500.

Bomboniera per il matrimonio

Scegliere la bomboniera appropriata per le nozze è veramente complicato, visti l’enorme varietà degli oggetti che sono in vendita e i costi più disparati.

Tane persone si indirizzano sull’utilità dell’oggettino, affinché non venga messo da parte dopo poco tempo, altre persone, più convenzionali scelgono i materiali tradizionali, come l’argento. La scelta della bomboniera ovviamente considera i gusti e le preferenze dei novelli sposi, e dello stile che hanno utilizzato per la cerimonia. Se volete un matrimonio tradizionale e avete dei gusti classici la bomboniera ideale è di porcellana, d’argento o di vetro di Murano.

Se invece preferite un matrimonio non convenzionale e avete dei gusti particolari le possibilità crescono, e potete scegliere tra la ceramica, il legno, la resina, l’alluminio, il cristallo, eccetera.

Gli sposi più altruisti, invece, possono scegliere di dare in beneficienza ciò che avrebbero speso per comprare le bomboniere: infatti esistono delle ditte specializzate in bomboniere solidali. Sarebbe meglio, per comodità e per evitare inconvenienti, ordinare le bomboniere due mesi prima dell’evento. Queste vanno date agli invitati immediatamente dopo la cerimonia, e in un secondo momento a coloro che, sebbene abbiamo mandato il regalo, non hanno potuto partecipare al matrimonio.

Di solito si distingue tra:

  • le bomboniere per gli inviti
  • le bomboniere per le partecipazioni
  • le bomboniere per i testimoni che solitamente sono le più importanti quindi quelle che hanno un costo maggiore

Alle persone che non sono state invitate al ricevimento, ma che si presentano in chiesa per assistere alla cerimonia si dà un sacchettino contenente dei confetti. Solitamente se ne mettono cinque, che in base alla tradizione sono simboli di: felicità, fertilità, salute, longevità e ricchezza. Bisogna dare una bomboniera per ogni gruppo familiare o coppia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *