LG G Flex

Quando, poco tempo fa, avevamo assistito al lancio ufficiale di Samsung Galaxy Round, il primo terminale Samsung dotato di schermo ricurvo, ci eravamo detti “ormai ci siamo”. Ed infatti ecco che piano piano anche le altre grandi multinazionali della telefonia mobile stanno lanciano i loro personalissimi dispositivi caratterizzati appunto da display di questo tipo. LG G Flex è uno di questi pionieri, e si tratta di uno smartphone interessante anche sotto altri punti di vista.

LG G Flex

Sebbene, oggettivamente, si potesse sperare in qualcosa di un filino meglio dal punto di vista della memoria – ma d’altro canto il processore è un ottimo quad core ed è presente anche il modulo 4G LTE – la fotocamera da 13 Megapixel di LG G Flex  è decisamente interessante, così come molte altre sue caratteristiche. Dunque si tratta di uno smartphone che, fosse anche solo per l’enorme novità che costituisce dal punto di vista tecnologico, appartiene di diritto alla fascia alta dei mercati. Presenti alcune vere e proprie chicche: ad esempio sulla parte posteriore è stata stesa una speciale pellicola in grado di eliminare i graffi “da sola”, il che sarà accolto con particolare sollievo da chi tende a sbatacchiare un po’ troppo il proprio cellulare. Il sistema operativo è Android, in una delle sue ultime versioni, con l”apposita interfaccia UI Optimus.

LG G Flex in breve

LG G Flex non è uno smartphone come tutti gli altri, e lo si nota subito, alla prima occhiata. Si tratta infatti del primo terminale LG dotato di schermo ricurvo a cui si accompagna, tanto per gradire, una scheda tecnica niente male.

Il display è un Curved P-OLED da 6 pollici di diagonale con risoluzione di 720 x 1280 pixel a 245 ppi da 16.7 milioni di colori, accelerometro, giroscopio, sensori di prossimità e di luminosità ambientale, tecnologia touchscreen capacitiva multitouch.

La fotocamera posteriore con i suoi 13 Megapixel è ottima: flash a LED, autofocus, touchfocus, video registrabili in 1080p @30fps, stabilizzatore audio e video, registrazione video con scatto di foto simultaneo, riconoscimento volti, geotag, selezione scene ed altro ancora. Da 2.1 Megapixel invece la fotocamera secondaria anteriore.

Continuiamo ad esplorare la scheda di questo avveniristico ed elegantissimo smartphone flessuoso, e vi facciamo notare la presenza di: jack audio da 3.5 mm di diametro, altoparlanti, funzionalità di lettore multimediale, integrazione SNS, rapido accesso ai social network, visualizzatore e gestore di documenti, sintonizzatore radio FM con sistema RDS incluso, antenna GSM Quadband, moduli di connettività GPRS, EDGE, HSDPA, HSUPA e 4G LTE, tecnologia Dolby Mobile per la riproduzione del suono, memoria interna di 32 GB non espandibile, 2048 MB di memoria RAM, modulo di connettività WiFi dual band con funzionalità direct ed hotspot, tecnologia DLNA, tecnologia NFC, Bluetooth 4.0 con A2DP e LE, ingresso microUSB 3.0 Usb On-the-go e USB Host, GPU Adreno 330, web browser HTML5, moduli AGPS e GLONASS integrati per la navigazione satellitare assistita, Google Maps, bussola digitale, microfono dedicato per la cancellazione dei rumori di sottofondo, batteria non rimovibile agli ioni di litio da 3500 mAh.

Il processore è un eccezionale quad core da 2.26 Ghz, l’OS è la versione 4.2.2 Jelly Bean di Android.

Display e look

Iniziamo sempre a parlare dello schermo, ed il display in LG G Flex  è senz’altro il componente più interessante: infatti esso è ricurvo, costituendo un’assoluta novità in merito sui mercati esattamente come Samsung Galaxy Round. Leggiamone insieme la scheda tecnica: 6 pollici di Curved P-OLED in grado di offrire la buona risoluzione di 720 x 1280 pixel a 245 ppi con 16.7 milioni di colori riproducibili, accelerometro, giroscopio, tecnologia touchscreen capacitiva multitouch, sensori di luminosità ambientale e di prossimità.

Le linee dolcemente flessuose di LG G Flex sono talmente accattivanti di non aver bisogno di altri stratagemmi per attirare su di sé gli sguardi degli appassionati di tecnologia, infatti la scocca è priva di fregi particolari e sarà disponibile unicamente nella colorazione Titan Silver. Segnaliamo il fatto che sulla scocca sia presente una speciale pellicola autorigenerante in grado di eliminare i piccoli graffi.

Batteria

Nel momento in cui scriviamo questo articolo purtroppo tutte le fonti si limitano a farci sapere che la batteria di LG G Flex  non sarà rimovibile e sarà da 3500 mAh, senza dire altro delle effettive ore di autonomia, un parametro che sarebbe molto interessante scoprire.

Portabilità

LG G Flex  non pesa poco, ma considerando che si tratta in realtà di un phablet i 177 grammi sono in qualche modo mitigati. Le sue dimensioni sono invece di 8.7 mm in spessore, 160.5 mm in altezza e 81.6 mm in larghezza.

Memoria

Con rammarico dobbiamo informarvi del fatto che LG G Flex  ha si un’ampia memoria interna di 32 GB ma che purtroppo essa non sarà amplicabile tramite le classiche schedine microSD.

Processore e sistema operativo

Oltre allo schermo curvo anche il processore di LG G Flex ha suscitato non poco interesse, e non poteva che essere così dato che si tratta di un quad core da 2.26 Ghz. La memoria RAM non delude essendo di 2048 MB, la GPU è una fenomenale Adreno 330 e l’OS, dulcis in fundo – è proprio il caso di dirlo – è Android, versione 4.2.2 Jelly Bean, con interfaccia UI Optimus.

Fotocamera

E’ assolutamente di rango la fotocamera posteriore di LG G Flex , e considerato il prezzo è più che adeguato il sensore da 13 Megapixel, sensore a cui appunto si accompagnano tutte le feature del caso, come lo stabilizzatore video e foto, la possibilità di scattare mentre si registra un filmato, il flash a LED, la selezione delle scene, l’autofocus, il touchfocus e tutte le restanti funzionalità del caso. Per gli autoscatti e le videochiamate? Ci si affiderà al sensore anteriore, da 2.1 Megapixel.

Settore multimediale

 

La scheda tecnica ci rivela che in LG G Flex troveremo: sintonizzatore radio FM con RDS, altoparlanti, jack audio da 3.5 mm di diametro, tecnologia DLNA e tecnologia Dolby Mobile per la riproduzione del suono.

Connettività

Ad un telefono d’avanguardia come LG G Flex non poteva non essere inserito il modulo di connettività d’avanguardia per eccellenza, cioè il 4G LTE. Il WiFi è dual band e con le funzionalità direct ed hotspot incluse.

Nota

Questa recensione è stata realizzata sulla base di anticipazioni pre-lancio fornite dalla casa produttrice (in lingue originale). Per questa ragione, al momento del lancio effettivo in Italia, l’apparecchio potrebbe avere caratteristiche leggermente diverse in qualche aspetto o su qualche performance.

 

Una risposta

  1. PATRIZIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *